Page 8 - Shiatsu News 41 - settembre ottobre 2013

Basic HTML Version

n. 41 - Settembre 2013
NEWS
6
colmo dello
yang
seguirà neces-
sariamente lo
yin
e viceversa,
ci sarà un momento in cui que-
sto mondo in crisi, dove si alza-
no muri e barriere, si respinge
il forestiero e si violenta la na-
tura, questo mondo spaventa-
to e aggressivo, dovrà mutarsi
nel suo contrario e
l’aggressi-
vità
dettata dalla paura si cam-
bierà nell’
assertività
precisa e
determinata e nella capacità di
fare scelte tempestive con il rit-
mo giusto.
Del resto, quando si tocca il fon-
do, si può fare una cosa sola: ri-
salire. Bisogna cominciare il
mutamento partendo da sé stes-
si. Avere cura di sé e non preci-
pitare nel caos è il primo passo.
Mettere consapevolezza e empa-
tia in ogni azione e in ogni pen-
siero della nostra giornata.
Propongo qui
una meditazione
per curare il Metallo
Sedete in un posto tranquillo,
chiudete gli occhi e fate qualche
respiro profondo e lento (uti-
le una musica di sottofondo, io
ascolto il
Canone di Pachelbel
).
Scendete ad abitare il corpo.
Sentitene il peso, l’appoggio sul-
la terra.
Portate l’attenzione sul respiro
mentre l’aria entra ed esce dal-
le narici. Avvertite la differenza
di temperatura fra l’aria che en-
tra con l’inspirazione e l’aria che
esce con l’espirazione.
Respirate in modo tranquillo,
senza cambiare il vostro ritmo.
Non giudicatelo: accettatelo.
Accogliete qualunque rumore
vi arrivi, e lasciate che svanisca
senza trattenerlo.
Accogliete qualunque pensiero
si presenti, osservatelo e lascia-
telo svanire, riportando gentil-
mente la vostra attenzione al re-
spiro.
Aria fresca entra, aria tiepida
esce dalle vostre narici.
Sentite la presenza della vostra
pelle, nel corpo tutto. Vi pro-
tegge, e si dilata col respiro. Sie-
te morbidi, la pelle è elastica, vi
protegge e si espande e restrin-
ge mentre respirate. Come se fo-
ste una spugna che assorbe aria
e la rilascia.
Come se foste un’ameba nel bro-
do primordiale.
Sentite il respiro, come dilata
gentilmente i vostri confini, e
come, con l’espirazione, il vostro
confine corporeo si restringe.
Sentite lo scambio con l’aria che
vi circonda, come l’ameba nel
brodo primordiale.
Godetevi per alcuni minuti que-
sta sensazione e il suo ritmo, che
è il vostro ritmo naturale.
Adesso, mantenendo il contatto
col respiro, aprite piano gli oc-
chi, sbadigliate, stiratevi e con
comodo potrete alzarvi.
Buona giornata.
Ludovica de Nava
ludovicadenava@yahoo.it
SHIATSU E...
Il Muro di Berlino
In alto a sinistra, una foto
del famoso muro:
un sistema di fortificazioni
costruito per impedire
la libera circolazione
delle persone tra Berlino
Ovest la Germania Est.
Arbeit macht frei
La celebre scritta
che sovrasta la cancellata
d’ingresso di alcuni Campi
di concentramento nazisti.