Page 37 - Shiatsu News 41 - settembre ottobre 2013

Basic HTML Version

n. 41 - Settembre 2013
NEWS
RECENSIONI
35
RACCONTI
DI 100 TRATTAMENTI
Keiraku Shiatsu
Lo shiatsu dei Meridiani
Q
uarto dei libri di
Shizuto
Masunaga
tradotti in
italiano, dopo
Zen Shiatsu
,
Esercizi Zen per immagini
e
Manuale di Sesshin
, i
Racconti
di 100 trattamenti
é un testo che
si presenta in maniera molto
originale.
Già è una fortuna poter
leggere le riflessioni teoriche
di Masunaga Sensei come
compaiono nei suoi articoli raccolti
e tradotti in francese in
Shiatsu et
Medicine Orientale
ma è davvero un
privilegio poterlo seguire nel luogo più
intimo ed ispirato della sua attività, la
stanza di trattamento.
Qui percepiamo che si lascia
andare al suo naturale, senza altra
preoccupazione che di comprendere
la persona che gli sta davanti,
bambino o anziano che sia e di
cercare gli indizi e le strade per la via
della trasformazione.
Nella sua riflessione l’abbinamento
meridiano-organo-malattia sembra
essergli talvolta un po’ stretto, si
avvicina troppo ad una visione
meccanicistica, quasi occhieggiando
alla medicina occidentale, ed ecco
allora che egli vuole dare voce alle
“sensazioni” che gli suscitano i suoi uke
(pazienti), alle sue impressioni.
Così
Racconti di 100 trattamenti
diventa
via via uno sfaccettato declinarsi
di come le attività di ogni giorno,
l’ambiente, l’alimentazione, i modi
di pensare, le impronte karmiche si
rendano visibili nella vita dell’individuo,
nel suo ammalarsi, nel suo guarire.
RACCONTI
DI 100 TRATTAMENTI
Keiraku Shiatsu
Lo shiatsu dei
Meridiani
di Shizuto
Masunaga
Shiatsu Milano
Editore
pag. 321
Euro 45
Racconti ... questo sono
Anche se prendono spesso il nome
di situazioni patologiche è sempre
il piano narrativo che predomina,
ricco di metafore in cui il corpo è
il catalizzatore di abitudini errate,
tendenze psicologiche, disordini
emozionali, disattese generazionali
e rotture genealogiche, mancate
celebrazioni di riti dovuti nei passaggi
cruciali della vita. Qui non si tratta solo
di comprendere la corretta maniera
di procedere attraverso la valutazione
dello stato dei meridiani e degli organi,
ed il testo è comunque ricco di tali
considerazioni e collegamenti, ma
il buon praticante dovrà occuparsi
di dare consigli, anche dietetici, che
aiutino a correggere il perdurare di
questi squilibri, dovrà aiutare il suo uke
(ricevente,) ad imparare a prendersi
cura del proprio corpo e della propria
vita. II Maestro non disdegna nulla
che possa fornirgli un quadro di come
uke si relaziona con sé stesso e con
gli altri, dei suoi modi di interpretare
la realtà ed il vivere: fengshui,
connessioni karmiche, ponti linguistici,
credenze, sfumature psicologiche, il
tutto naturalmente riportato al tocco
amorevole, sobrio, della realtà della
pratica sul tatami. La forza della
Parola vi ha un grande peso, la parola
pronunciata, la parola codificato, il
modo di dire, la parola che si fa strada
tra scomposizioni e ricomposizioni
del mondo interiore, la metafora ed il
simbolo. Ma è tempo per noi di tacere,
di ascoltare: l’autentico e vero spirito
del Maestro è lì, nel libro.
a cura di Franca Bedin